Il 6 novembre 2019, per la prima volta a Trieste, giovani studenti a caccia di raggi cosmici.

Il 6 novembre 2019 la Sezione di Trieste dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN) ha partecipato per la prima volta all’International Cosmic Day (ICD). L’ICD (https://icd.desy.de/), alla sua ottava edizione, viene organizzato a livello mondiale dal centro di ricerca di Desy, Germania, assieme a diversi altri istituti internazionali di ricerca. L’evento in Italia ha avuto una vasta partecipazione con 23 sedi dell’INFN e piu’ di 1200 studenti delle scuole superiori. La sezione di Trieste ha visto la partecipazione di 4 licei scientifici: i licei Copernico e Marinelli di Udine, il liceo Duca degli Abruzzi di Gorizia e il liceo Galileo Galilei di Trieste, per un totale di 25 studenti e 6 insegnati accompagnatori.

Il 4 novembre, presso la sede dell'INFN all’area di ricerca di Padriciano, gli studenti hanno partecipato ad una giornata di seminari introduttivi sulla fisica dei raggi cosmici. Alle ragazze e ai ragazzi e’ stata presentata la fisica dei raggi cosmici nella sua evoluzione storica, dalla loro scoperta piu’ di cento anni fa’ fino agli avanzatissimi esperimenti moderni. La prima giornata ha visto anche una discussione preparatoria per la misura che e’ poi stata effettuata il 6 novembre e hanno avuto modo di visitare i laboratori INFN presso l’area di ricerca.

Il 6 novembre, in contemporanea con i diversi gruppi sparsi per il mondo, presso il dipartimento di Fisica dell’Universita’ degli Studi di Trieste, gli studenti hanno effettuato la misura della dipendenza angolare del flusso di muoni. A tale scopo e’ stato utilizzato un piccolo telescopio formato da tre piani di scintillatore equipaggiato con guide di luce e fotomoltiplicatori. In seguito e’ stata condotta un’analisi dati assieme ai ricercatori che hanno guidato gli studenti introducendoli al metodo scientifico. Dopo la misura in laboratorio le ragazze ed i ragazzi hanno anche partecipato a due seminari di approfondimento su temi di fisica moderna legati alla fisica dei raggi cosmici, rispettivamente su materia oscura e raggi gamma. La giornata si e’ poi conclusa con un collegamento video con altri 5 gruppi in Europa e in America (Italia, Francia, Germania, USA) dove due studenti di ogni sede hanno a turno fatto una breve relazione descrivendo l’apparato sperimentale usato per la misura, i risultati ottenuti e le loro impressioni relative alla giornata.

Entro la fine di gennaio gli studenti prepareranno delle relazioni sull’attivita’ svolta, presentando la misura e l’analisi dati con i risultati ottenuti durante la giornata. I due studenti che avranno preparato l'elaborato migliore parteciperanno ad uno stage di tre giorni ai Laboratori Nazionali di Frascati durante il quale parteciperanno alla misura dell’intensita’ dei raggi cosmici condotta con un pallone stratosferico.

Nel complesso la prima partecipazione della sezione di Trieste a questa iniziativa e’ stata un successo ricevendo alto gradimento da parte degli studenti e degli insegnanti accompagnatori. L’INFN organizza e partecipa a molte di queste attivita’, che fanno parte della sua missione, con l’obiettivo di avvicinare le ragazze ed i ragazzi delle scuole superiori a tematiche di fisica che non vengono solitamente trattate in sede scolastica. Dando la possibilita’ agli studenti di “diventare scienziati per un giorno” si vuol far conoscere ai giovani il mondo della scienza, rafforzandone l’occhio critico e la passione per la ricerca.