Istituto Nazionale di Fisica Nucleare

Sezione di Trieste

OLA

                                       

  
 
 

1A. Stadio di ingresso

 

 

1B. Stadio d'uscita

 

Lo sviluppo di elettronica miniaturizzata è oramai un imperativo per tutti i sistemi di rivelazione che includono sensori di silicio; anche per la camera a deriva di silicio (vedi progetto DSI) sono state studiate varie soluzioni nelle diverse tecnologie disponibili.

Il circuito integrato OLA è stato prodotto con tecnologia bipolare. Studiato per la camera a deriva di silicio, questo circuito, frutto della collaborazione con le diverse Sezioni INFN che hanno aderito al progetto DSI di Trieste (Bari, Bologna, Catania, Torino), ha un tempo di formazione di 50 nanosecondi e fornisce in uscita un segnale bipolare. 

 

Circa 15.000 canali di questa elettronica sono stati caratterizzati a Trieste nel Laboratorio di Elettronica e Rivelatori, e sono attualmente in uso in diversi esperimenti che impiegano camere a deriva di silicio.

 
 
 

  2. Un dettaglio del circuito integrato

  
 

 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di più

Approvo