Istituto Nazionale di Fisica Nucleare

Sezione di Trieste

NINA

                                     

  
 
 

1. Coppia di rivelatori di silicio sovrapposti (al centro della foto) montati su una cornice di ceramica

 

Il progetto chiamato NINA fa parte di un programma di collaborazioni tra Italia e Russia per lo studio dei raggi cosmici. Il programma comprende tre voli di satellite in orbita polare a 800 km d'altezza. Nina è un completo telescopio esclusivamente basato sui rivelatori di silicio già ampiamente messi a punto a Trieste in precedenti esperimenti (WIZARD).

Lo strumento misurerà lo spettro dei nuclei nei raggi cosmici dall'idrogeno fino all'ossigeno, studiandone anche la composizione isotopica. I rivelatori impiegati in questo progetto hanno subito il processo di qualifica per l'impiego nello spazio secondo le norme dell'ESA (European Space Agency). Il lancio sul satellite RESOURCE avrà luogo nella seconda parte del 1997. In questo progetto l'INFN collabora con l'industria aerospaziale LABEN.

 
 

2. Il telescopio NINA assemblato pronto per le prove di qualifica spaziale

 
 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di più

Approvo